Cerca
Close this search box.

Cocktail Irish Coffee

cocktail irish coffee

Storia e origini dell'Irish Coffee

L’Irish Coffee è il più famoso caffè corretto al mondo, nato solamente lo scorso secolo è riuscito in poco tempo a ritagliarsi un notevole spazio nel panorama dei cocktail. Nella ricetta originale è addizionato di zucchero, whiskey irlandese e panna, mentre certe volte possono essere aggiunte perfino delle spezie per un tocco più esotico, tra cui cannella o noce moscata.

Nasce nella cittadina di Foyne che ospita il secondo porto più grande d’Irlanda: lo Shannon Foynes Port e fu inventato nel ristorante O’Regan di fronte all’aeroporto, dallo chef portuale Joes Sheridan. Nel 1943 arrivarono all’aeroporto molti passeggeri irritati dalla cancellazione del loro volo a causa del maltempo. Lo chef decise allora di servire qualcosa di caldo, robusto e di conforto: preparò del caffè e vi aggiunse zucchero, whiskey e panna. Si racconta che un americano gli domandò se il caffè fosse brasiliano, lui allora rispose: “No, è irlandese” e nacque così il nome Irish Coffee.

Per molto la bevanda rimase nei bar aeroportuali; e fu esportata fuori dai confini nazionali solo nel 1952, quando lo scrittore Santon Deleplane dopo averne parlato con un noto bartender cercò di riprodurla con scarso successo.

Decise così di andare direttamente alla fonte per chiedere a Sheridan di mostrargli il procedimento corretto. L’Irish Coffee colpì a tal punto che gli venne dedicato un intero articolo sul San Francisco Chronicle.

La bevanda fece così il giro del mondo, diventando uno dei drink più popolari e richiesti.

cocktail irish coffee
zucchero di cannashaker
bourbon whiskey jim beam
chicchi caffèlatte

Irish Coffee: la vera ricetta

Per preparare un buon Irish Coffee è necessario procurarsi questi ingredienti:


5g di zucchero di canna


35 ml di caffè espresso lungo


30 ml di whiskey irlandese


40 ml di panna fresca liquida

Per preparare l’Irish coffee prima di tutto è importante preriscaldare il bicchiere, versandovi dell’acqua calda che andrà poi gettata via; in seguito bisogna inserire lo zucchero di canna al suo interno. Nel frattempo è necessario preparare un caffè espresso lungo, da aggiungere poi nel bicchiere e miscelarlo insieme allo zucchero. A questo punto versare il whiskey, precedentemente scaldato e infine ricoprire con la crema di latte, da agitare prima nello shaker per qualche secondo, servendosi del bar spoon appoggiato attentamente alla parete del bicchiere, in modo tale da farla rimanere in superficie. Il cocktail è così finito, ma si può decidere di aggiungere qualche guarnizione o spezia. Alcune persone ad esempio lo gradiscono con una spolverata di caffè o cacao, altre invece lo preferiscono con l’addizione di cannella o noce moscata.

Quali strumenti sono necessari per preparare l’Irish Coffee?

Per effettuare un ottimo Irish Coffee sono necessari pochi strumenti, in quanto il drink è per lo più composto all’interno del bicchiere di servizio; in genere si utilizza una coppa a tulipano, in vetro e dotata di stelo. Dopodiché sono indispensabili un bricco per scaldare il whisky, un barspoon e uno shaker per montare la panna liquida.

 

Esistono varianti dell’originale Irish Coffee?

Data la sua grande diffusione a livello globale, nel corso del tempo sono nate diverse varianti della bevanda, tra le quali il French Coffee, a base di cognac o calvados al posto del whiskey, l’American Coffee che prevede invece l’utilizzo del bourbon e l’Highland Coffee con la sostituzione del whiskey con dello scotch.

Inoltre in origine, al posto dello zucchero di canna, veniva utilizzato quello bianco che ai tempi di Sheridan dominava la scena. Esistono poi delle bevande spacciate per Irish Coffee sparse in giro per il mondo, come in Spagna dove il Caffè Irlandès è solitamente servito a strati: whiskey sul fondo, caffè in mezzo e panna sopra; mentre nel sud-est asiatico diventa un cocktail freddo, a volte anche senza panna.

cocktail irish coffee

Con quali preparazioni si può abbinare?

In genere è gustato da solo perché già di per se è un cocktail decisamente calorico e carico di sapore; nonostante ciò viene spesso abbinato anche a diverse preparazioni dolciarie a base di cioccolato o creme varie. Perfetto da degustare nel periodo natalizio, in quanto è sinonimo di convivialità e calore. In Irlanda è invece uno dei drink più gettonati durante la festa di San Patrizio.

Dove sorseggiare il miglior Irish Coffee al mondo

Al bar del Buena Vista Café di San Francisco fu importantissimo nella diffusione dell’Irish Coffee, che cominciò la sua produzione nel 1952 e non si fermò più, vendendone circa 30 milioni. Ancora oggi la bevanda viene servita nel locale, arrivando quasi a 2.000 cocktail al giorno. Non contento il Buena Vista Café è entrato nel Guinness dei primati nel 2008 per aver preparato il più grande Irish Coffee al mondo.

Curiosità sull’Irish Coffee

Simbolo della tradizione enogastronomica irlandese, l’Irish Coffee è di fatto oggigiorno celebrato nella città di Foynes nella contea di Limerick al Foynes Flying Boat & Maritime Museum, dove è presenta anche la ricetta originale del famoso drink, relativa di tutti passaggi in modo tale da permettere a chiunque di ricreare il drink così come lo si faceva un tempo.

 

Divertiti con noi

iscriviti alla newsletter

Per i prossimi aperitivi

Cocktail Cranberry
La grandissima versatilità del mirtillo rosso fa sì che le possibilità di creazione di cocktail con questo protagonista sia molto ampia.
Cocktail Vodka Martini
Il Vodka Martini è realizzato con soli due ingredienti perfettamente equilibrati fra loro, perciò è bene avere alcuni accorgimenti nella loro scelta.
Shirley Temple Cocktail
Shirley Temple è stata un'attrice così famosa da diventare un'icona del cinema internazionale e l'ispirazione per un cocktail analcolico.
Cocktail Sex on the Beach
Il Sex on the Beach fa parte della famiglia dei long drink e si caratterizza per la sua notevole semplicità, freschezza e dolcezza.
Cocktail Alaska
Note rinfrescanti e sapore erbaceo sono le principali caratteristiche dell'Alaska, uno dei cocktail a base gin più apprezzati in assoluto.
Japanese Cocktail
Il Japanese cocktail si tratta di un drink originale e molto fresco apprezzato dal pubblico per il suo gusto intenso e molto particolare.