Cerca
Close this search box.

Cocktail Old Fashioned

cocktail old fashioned

Storia e origini dell'Old Fashioned

La storia dell’Old Fashioned ha origini antiche, confermandosi come uno dei cocktail miscelati più vecchi al mondo. Si racconta sia nato alla fine dell’Ottocento negli Stati Uniti nel famoso hotel Waldorf-Astoria di New York. La vicenda narra del colonnello James Pepper che assaggiò un drink simile all’Old Fashioned al Pendennis Club; il barman l’aveva preparato apposta per lui, che amava il whisky alla vecchia maniera. Durante i suoi viaggi era solito pernottare nel lussuoso albergo newyorkese: decise quindi di insegnare la ricetta al barista dell’hotel. Nacque e si diffuse così uno dei cocktail più conosciuti al mondo.

La moda prese però una brutta piega: pian piano si diffuse la tenenza di arricchirlo e modificarlo con tantissimi ingredienti fruttati e aromatici che gli fecero perdere il suo semplice gusto caratteristico.

Questa abitudine venne abbandonata nel 1886, quando Leander Richardson con un pezzo intitolato The Cocktail of To-Day riuscì a ricreare la vera essenza del cocktail riportandolo alle sue origini: il Whiskey Cocktail diventò così Old Fashioned.

cocktail old fashioned
zucchero di cannaangostura
bourbon whiskey jim beam
arancia fettinatumbler basso

Ingredienti e preparazione dell’Old Fashioned

Per realizzare l’Old Fashion sono necessari i seguenti ingredienti:


4,5 cl di Bourbon whiskey


2 gocce di angostura


1 zolletta di zucchero


1 dash (o spruzzata) di soda


1 fettina o scorza d’arancia (facoltativa)


1 ciliegia al maraschino (facoltativa)

Porre in un bicchiere Old Fashioned una zolletta di zucchero che andrà in seguito impregnata con due gocce di angostura. Con un muddler pestare e far sciogliere tutto lo zucchero con l’aiuto di un goccio di soda. Ottenuto un liquido omogeneo e senza grumi, aggiungere qualche cubetto di ghiaccio e mezza dose di Bourbon, con l’utilizzo di un jigger. In seguito utilizzare il bar spoon per mescolare e amalgamare al meglio.

Dopodiché aggiungere ancora ghiaccio, fino a riempire il bicchiere, e la parte restante del Bourbon, mescolare nuovamente per completare la bevanda. Infine è possibile addizionare una spruzzata d’arancia, per regalare qualche nota agrumata al drink. Se si desidera, guarnire il tutto con una ciliegia al maraschino e una fettina o scorza d’arancia.

Curiosità e attenzioni nella scelta degli ingredienti dell’Old Fashioned

Un ottimo Old Fashioned è dato dalla scelta accurata dei suoi ingredienti, seguendo con attenzione la ricetta originale, tuttavia è bene prendere in considerazione anche i propri gusti personali. Per esempio nella selezione del distillato, in genere si utilizza il Bourbon perché più dolce e dai toni caramellati, nonostante ciò si possono adoperare anche il rye whiskey (a base di segale) per un gusto ruvido e deciso, oppure ancora lo Scotch whiskey per un sapore leggermente affumicato e secco.

Per quanto riguarda l’angostura è bene stare attenti alle dosi, poiché è un liquore piuttosto amarognolo, dato da una particolare miscela di spezie. Passiamo poi alla zolletta che può essere tranquillamente sostituita sia da uno sciroppo che dallo zucchero semolato. Infine per l’eventuale guarnizione non è indispensabile l’arancia, si presta bene anche il limone.

Varianti dell’Old Fashioned

L’Old Fashioned è il cocktail classico per eccellenza, famoso in tutto il mondo e dalla lunga storia alle spalle; la cui popolarità ha permesso a diverse varianti e modifiche di prendere forma. Tra queste possiamo trovare in sostituzione del Bourbon l’utilizzo di Scotch o rye whiskey; in realtà quest’ultimo, a base di segale, al momento dell’invenzione del cocktail era il distillato più diffuso, si pensa facesse quindi parte della ricetta originale.

Un’altra variazione molto apprezzata è l’aggiunta di una spruzzata di curaçao al posto della soda, addizione che permette di ottenere un sapore più agrumato. Tra le tante alternative troviamo ancora l’utilizzo dello sciroppo di zucchero alla zolletta, oppure una fettina di limone in sostituzione a quella d’arancia.

Come si serve l’Old Fashioned: bicchiere e guarnizioni

L’Old Fashioned è un cocktail caratterizzato da una grandissima eleganza, che regala al palato un gusto intenso, sfumato dalle note balsamiche dell’angostura e da sentori speziati per la presenza di whiskey, nonché addolcito dalla zolletta di zucchero. Quest’importante equilibrio di sapori risulta perfetto da essere servito come aperitivo, in genere all’interno di un bicchiere che porta il suo nome.

A proposito di guarnizione, in genere meno è presente meglio è, in quanto l’estetica minimal di cui si contraddistingue verrebbe compromessa. Solitamente sono adoperate una fettina o scorza d’arancia, altre volte viene aggiunta anche una ciliegia al maraschino.

cocktail old fashioned

Strumenti utili alla preparazione del cocktail Old Fashioned

Per realizzare un Old Fashioned perfetto è bene avere a disposizione diversi strumenti che aiuteranno la buona riuscita del cocktail. Innanzitutto sono indispensabili un bicchiere di tipo Old Fashioned (o tumbler basso), nel quale la bevanda verrà miscelata e un muddler per pestare la zolletta di zucchero. Sono essenziali anche un bar spoon per mescolare il composto e un jigger per dosare gli ingredienti. Per la guarnizione con l’arancia possono invece essere utili un tagliere, un coltello e un rigalimoni.

Le tre location migliori al mondo dove bere Old Fashioned

Per degustare un ottimo Old Fashioned è bene andare nella sua patria d’origine, questo non significa che in giro per il mondo non si possano trovare drink validi, tuttavia gustarlo a New York assicura che la ricetta classica sia eseguita correttamente. Dopodiché anche qui in Italia abbiamo diverse realtà valide tra i locali di Milano e infine non rimane che provarlo in un buon cocktail bar di Londra.

Curiosità sull’Old Fashioned

Si narra che l’Old fashioned sia nato per stemperare il gusto del whiskey di contrabbando con soda e zucchero, da qui la sua storia è leggenda, risultando uno dei cocktail maggiormente richiesti e famosi al mondo, nonché il più venduto. La sua popolarità la si può notare grazie anche a tantissime citazioni sia nel panorama musicale che nel mondo cinematografico. Per esempio il compositore Cole Porter scrisse la canzone Make it another Old-Fashioned, please (Fammi un altro Old Fashioned, per favore). Un altro esempio in cui viene menzionato è la serie tv nota come Mad Men, in quanto è il drink preferito dal cinico pubblicitario Don Draper.

Divertiti con noi

iscriviti alla newsletter

Per i prossimi aperitivi

Cocktail Spritz Hugo
Lo Spritz Hugo è un cocktail dell'Alto Adige dalle origini incerte. L'unica certezza è che il suo sapore non deluderà le aspettative.
Cocktail Caipirinha
Simbolo riconosciuto a livello internazionale, negli ingredienti del cocktail e nei colori della Caipirinha c'è tutta l'anima del Brasile.
Cocktail Boulevardier
Il Boulevardier è uno dei cocktail più importanti in tutto il mondo e rientra nella categoria degli 'Indimenticabili' dell'IBA.
Cocktail Sex on the Beach
Il Sex on the Beach fa parte della famiglia dei long drink e si caratterizza per la sua notevole semplicità, freschezza e dolcezza.
Cocktail Negroni sbagliato
Il Negroni sbagliato, nel milanese è conosciuto anche semplicemente come Sbagliato, è molto simile al Negroni amaro classico che si prepara con il gin.
Cocktail Benedict
Il Cocktail Benedict viene preparato con Whisky, Ginger Ale Dry e Benedictine, un liquore creato da un monaco in Normandia nel 1510.