Cerca
Close this search box.

Cocktail Malibu

cocktail malibu cola

Storia e origini del Malibù

Il nome del cocktail Malibù rimanda all’esotica località californiana emblema di sole, spiagge, mare e tanto divertimento. Questo liquore al cocco in realtà proviene oggi dalle isole Barbados. È in particolare la West Indies Rum Distillery l’azienda produttrice di questo rum caraibico bianco all’aroma di cocco.

La nomenclatura riconosciuta ufficialmente da qualche anno e di proprietà di Pernod Ricard è quella di Caribbean White Rum with Coconut. In sostanza, come detto, si tratta appunto di un rum aromatizzato al cocco con un 21% di gradazione alcolica. Rispetto all’idea originale di Tom Jago ci sono stati però numerosi cambiamenti.

Inizialmente questo prodotto nasceva infatti come elemento semplificante per la famosa Piña Colada, e soltanto in un secondo momento a fronte dell’enorme successo avuto dal marchio è diventato primo protagonista di numerosi cocktail internazionali.

Lo spirito che Malibu ancora oggi difende con grande tenacia è proprio quello del mondo solare, divertente e rilassato dei Caraibi. Nonostante il recente milionario cambio di proprietà lo slogan abbinato alle campagne pubblicitarie è rimasto non a caso Seriously easy going.

cocktail malibu cola
limecoca cola
malibu
ghiacciotumbler basso

Ingredienti e preparazione del Malibù Cola

Per bere un buon Malibù Cola dovrai procurarti i seguenti ingredienti:


3 cl di Malibù


7 cl di Coca Cola


ghiaccio q.b.


1 spruzzata di succo di cedro (facoltativa)

Dopo essersi procurati un bicchiere Tumbler Basso o un Old Fashioned, bisogna unire i due soli ingredienti al ghiaccio, per creare un gusto ben bilanciato. A discrezione del barman possono essere usati anche una fettina di lime come decorazione sul bicchiere, e una spruzzata di succo di cedro con fogliolina di cedro per dare un tocco di aspro ad un drink altrimenti di per sé molto dolce.

Anche un boccone di cocco, magari infilzato da un ombrellino da cocktail è un ottimo modo per guarnire il bicchiere e servire in maniera carina questo drink. Estremamente facile da realizzare, da comporre solo tenendo conto delle corrette proporzioni dei vari ingredienti. Non serve alcuna miscelazione particolare, ed è sufficiente il bicchiere da cocktail ben riempito di ghiaccio.

Altre varianti di cocktail Malibù

La sensazione di freschezza che il gusto davvero unico di Malibu conferisce ad ogni cocktail di cui è protagonista ha fatto si che i drink a base di questo rum al cocco siano drasticamente aumentati negli ultimi anni. Molti tentativi e tanti esperimenti di numerosi esperti barman in tutto il mondo hanno partorito alcuni tra i cocktail più buoni in assoluto. Ecco alcuni esempi particolarmente noti.

Malibu Bridgetown Breeze

Questo straordinario cocktail abbina al dolce aromatizzato del Malibu anche il succo di litchi e il succo di Guava. A contorno vanno aggiunti i cubetti di ghiaccio in abbondanza e una fetta di lime. Ciascuno dei tre ingredienti principali deve essere presente nel dosaggio di una parte e mezza rispetto al totale. In questo modo si potrà assaporare un cocktail dal gusto armonico e davvero squisito. Ancora una volta come per il classico Malibu e Coca-Cola le istruzioni da seguire per la preparazione sono poche e molto semplici. Occorre in particolare mixare gli ingredienti in un bicchiere Highball, in cui verrà alla fine servito il Malibu Bridgetown Breeze. Si parte con il ghiaccio ben presente nel bicchiere, e si aggiungono tutti gli ingredienti. Il tocco finale è la decorazione a base di lime.

Malibu Sea Breeze

Altra apprezzata opzione in cui ancora una volta è il Malibu assoluto protagonista è il cocktail denominato Malibu Sea Breeze. Sono nuovamente due frutti dal gusto pieno e molto dolci ad essere sapientemente abbinati al sapore già di per sè ricco del Malibu. Questa volta tocca al succo d’ananas, e al succo di mirtillo rosso. Ghiaccio e lime fanno di nuovo da contorno ad un drink che vede una parte e mezza di Malibu, e due parti rispettivamente per i due succhi di frutta. Ancora una volta la preparazione è elementare e può facilmente essere imitata e provata anche a casa. Si tratta di mischiare tutti gli elementi a partire dai cubetti di ghiaccio in un bicchiere Highball. Assolutamente consigliato sarebbe ricorrere a succhi di frutta fatti in casa. In questo modo il drink assumerà un gusto ancora più genuino e vigoroso.

Malibu Piña Colada

Si tratta di un cocktail a base di frutta molto dolce e perfetto per la vita da spiaggia, proprio perché molto adatto alle stagioni calde. Gli ingredienti sono così proporzionati: due parti di Malibu, una parte di crema di cocco, una parte di succo d’ananas, una ciliegia intera e un pezzo d’ananas. A differenza dei due esempi precedenti in questo caso si ricorre allo shaker da barman in fase preparatoria. Inserito per prima cosa il ghiaccio si procede aggiungendo Malibu rum e crema di cocco. Dopodiché si shakera l’intero composto per alcuni minuti e si filtra in un bicchiere tondeggiante e largo. Particolarmente adatti sono calici da vino, meglio se precedentemente congelati così da fornire un effetto freddo eccellente. Si aggiungono sul finale il succo d’ananas, e la ciliegia e il pezzo d’ananas come decorazioni.

Malibu Vodka e Arancia

Due parti di Malibu rum, due parti di Vodka e una parte di succo d’arancia sono gli ingredienti di un drink deciso ma comunque esotico molto rinomato e conosciuto. Si tratta dell’ennesima versione in cui si può assaporare il gusto dolce e caratteristico del Malibu. Ancora una volta anche questo cocktail necessita di una preparazione elementare. Si riempie un bicchiere grande e tondo di ghiaccio e vi si versano in sequenza Malibu, Vodka e succo d’arancia. Una piccola scorza d’arancia può dare un tocco personale e molto bello al bicchiere al momento del servizio. Alcuni barman ricorrono a genuine spremute di arancia di stagione al posto del succo confezionato, mentre altri optano per una Vodka già aromatizzata all’arancia.

cocktail malibu cola

Dove bere i migliori cocktail Malibù nel mondo

Come cocktail che richiama estive vibrazioni tropicali, il Malibù è un liquore che si può apprezzare ancora di più in questi tipi di destinazioni. Sarebbe un grande errore non menzionare Los Angeles, che ospitando molte spiagge (e tra queste l’omonima Malibù Beach) sarebbe la destinazione perfetta: dai locali vicino alla spiaggia ai rooftop in città, a Los Angeles il Malibù non deluderà.

Tra i locali che puoi provare, consigliamo il rooftop Above SIXTY Beverly Hills per gli amanti dei panorama mozzafiato, mentre per restare fedeli al nome del cocktail, il Moonshadows è il locale di Malibù più amato dagli abitanti della città.

Curiosità sui cocktail Malibù

Sapevi che le diverse varianti di cocktail Malibù sono ottime per essere gustate con le caramelle gommose? Se ti sembra strano devi provare per credere: immergere degli orsetti gommosi fruttati in un cocktail a base di Malibù non solo darà un sapore unico al drink, ma sarà anche un ottimo espediente per dargli un tocco estetico originale!

Divertiti con noi

iscriviti alla newsletter

Per i prossimi aperitivi

Cocktail Old Fashioned
L’Old Fashioned è il cocktail classico per eccellenza, famoso in tutto il mondo che presenta numerose varianti e modifiche.
Cocktail Gin Fizz
Nel 1750 gli ufficiali della Marina inglese inventarono il Gin Fizz per combattere la febbre e i malanni dopo le campagne nelle Colonie.
Cocktail Manhattan
Il cocktail Manhattan si compone di pochi ingredienti ed è necessario utilizzare il rye whiskey a base di segale.
Cocktail Caipiroska
Il cocktail Caipiroska appartiene al gruppo dei cocktail pestati, che si ottengono quindi da frutta fresca, erbe e zucchero.
Cocktail Bloody Mary
Strano ma vero: negli Stati Uniti, il Bloody Mary viene considerato una valida cura per alleviare i postumi di una sbornia.
Cocktail Sidecar
Il Sidecar è uno dei cocktail più apprezzati al mondo e il più emblematico degli speakeasy americani durante gli anni del Proibizionismo