Cerca
Close this search box.

Cocktail Diplomatico

cocktail diplomatico

Storia e origini del Diplomatico

La storia del cocktail Diplomatico riguarda Don Juancho Nieto Mendelez, un aristocratico del Venezuela che nell’Ottocento iniziò a viaggiare per il mondo alla ricerca di distillati e liquori particolari. Un giorno decise di completare la sua ricca collezione creando un prodotto totalmente personale.

Le sue varie esperienze e degustazioni di prodotti esotici spinsero Don Juancho Nieto Mendele a sperimentare per creare la sua combinazione perfetta: dalle tecniche di raccolta fino alla distillazione. Il Diplomatico nasce così dall’unione di diversi tipi di Rum, tutti dal Venezuela. Per la produzione si impiega la melassa e il concentrato del succo di canna che conferiscono al Rum un gusto unico e intenso. Il Paese è ancora il più grande produttore al mondo di canna da zucchero. Nello specifico, l’azienda che produce il rum omonimo, la Distilerias Unidas, si trova a La Miel, dove viene raccolto l’80% delle piantagioni.

La Regione dove si produce il Rum Diplomatico è Lara, qui i produttori locali seguono ancora l’etica tradizionale che centinaia di anni fa ha dato vita alla produzione del Rum. Pur abbracciando approcci sostenibili e tecniche d’avanguardia, il contenuto come il gusto è lo stesso perché è per loro motivo di vanto, una sorta di elemento culturale rappresentativo del Paese stesso.

cocktail diplomatico
limeshaker
rum diplomatico
chicchi caffèananas

Ingredienti e preparazione del cocktail Diplomatico

Di seguito l’elenco con gli ingredienti necessari per la preparazione del Diplomatico:


4 cl di rum Diplomatico


2 cl di succo di lime


1,5 cl di succo d’ananas (in alternativa si può optare per lo sciroppo)


un paio di gocce di albume d’uovo


spruzzata di bitter al cioccolato


polvere di caffè q.b.

Per preparare la versione classica del Diplomatico occorre per prima cosa spremere il succo di lime, separare l’albume d’uovo e preparare gli ingredienti. Versare nello shaker di tipo continentale (quello con filtro) nell’ordine la base di Rum, i succhi di frutta spremuti, le gocce di albume d’uovo, il bitter al cioccolato. Shakerare energicamente per diversi secondi, facendo attenzione che tutti gli ingredienti siano amalgamati prima di versare nella coppa. Intingere il bordo laterale con il caffè in polvere e servire. Nella versione classica non è previsto ghiaccio, tuttavia per renderlo gradevole anche d’estate viene accompagnato da cubetti di ghiaccio da aggiungere prima di versare il contenuto nel bicchiere alto.

Strumenti utili alla preparazione del Diplomatico

Gli ingredienti devono essere tutti shakerati, quindi è indispensabile averne uno capiente poiché non bisogna mai riempirlo con una miscela che superi i quattro quindi della sua capienza. Utile il contagocce, un lime squeezer per il lime e una coppa da cocktail per servirlo.

Varianti del Diplomatico

Il Diplomatico con Reserva Exclusiva prevede la preparazione di un cocktail con 35 ml di Rum Diplomatico gran riserva, 15 ml di sherry, un pizzico di sale, qualche goccia di bitter al cioccolato, 35 ml di caffè lungo. Si serve shakerato talvolta accompagnato da gelato. Il Mantuano è invece un’alternativa estiva che si preparata con Diplomatico Mantuano, tè freddo, buccia d’arancia, pizzico di zafferano e ciliegia al maraschino per guarnire.

Il Planas Coconut Coffee si prepara con 35 ml di Diplomatico, 65 ml di caffè freddo, 10 ml di crema al cocco, 25 ml di acqua tonica e polvere di cocco per guarnire. L’Old Cuban è un grande classico che si produce con 50 ml di Diplomatico Reserva Exclusiva, 25 ml di succo di limone, 20 ml di sciroppo di zucchero, qualche foglia di menta, 2 gocce di Angostura, 40 ml di Champagne o Prosecco.

Un cocktail fresco e frizzante molto amato. Il Summer Tiki si prepara con 40 ml di Diplomatico, 100 ml di succo d’ananas, 20 ml di succo di lime, 20 ml di sciroppo di frutta e mezza banana a fette.

 

Attenzioni nella scelta degli ingredienti per il Diplomatico

L’ingrediente principale che conferisce il nome al cocktail è il Rum Diplomatico. La distillazione segue un percorso complesso come l’invecchiamento, per cui si utilizzano delle botti impiegate per lo sherry che donano un gusto unico. I Maestri impegnati nella produzione affinano in modo incredibile i distillati con una ricetta tradizionale.

Per questo è importante non cambiare il tipo di Rum per ottenere il cocktail come vuole la tradizione. Succo di lime e succo di ananas devono essere spremuti al momento, a freddo. Se non è disponibile l’ananas si può ripiegare su un succo pronto, questo però deve essere al naturale, non un succo di frutta carico che rischia di dare una densità inappropriata al cocktail. L’uovo deve essere freschissimo e il bitter a cioccolato, talvolta difficile da trovare, può essere sostituito con un liquore al cioccolato.

cocktail diplomatico

Come si serve il Diplomatico: bicchiere e guarnizioni

Il cocktail Diplomatico si serve in una coppa martini o in una coppa classica, accompagnato da una spolverizzata di caffè sul bordo o in superficie. Durante il periodo estivo, essendo un drink molto strutturato, si serve in un highball con cubetti di ghiaccio.

3 location migliori al mondo dove bere il Diplomatico

La location dove bere il miglior diplomatico è il Venezuela perché gli ingredienti primari per la preparazione del Rum Diplomatico sono a chilometro zero e conferiscono unicità al cocktail. Anche un Sud America è possibile bere un cocktail degno di nota, grazie alle preparazioni a base di rum che sono sicuramente uno dei cavalli di battaglia delle città latine.

Infine anche in Spagna è possibile gustare un ottimo cocktail Diplomatico, soprattutto per chi ama gli ingredienti ben equilibrati e decisi che trovano nel Paese un grande studio delle proporzioni e quindi della resa finale al palato.

Curiosità sul Diplomatico

Anche se il Rum Diplomatico spesso evoca sentori di mondi lontani e una certa qualità grezza del prodotto finale, in realtà è un distillato che ha una lunga storia e una nota produttiva difficilmente paragonabile ad altri prodotti. Per questo il cocktail Diplomatico non ha un gusto adatto a tutti, è molto particolare, strutturato e ricercato.

Per questo viene anche conosciuto come il cocktail dell’Ambasciatore, grazie alle sue sfumature è ritenuto un drink vecchio stile molto sofisticato, non un prodotto che potrebbe piacere a tutti.

Divertiti con noi

iscriviti alla newsletter

Per i prossimi aperitivi

Cocktail Garibaldi
Realizzato con soli due ingredienti, il Garibaldi nasce nel secolo scorso a Milano e sin da subito viene dedicato all’Eroe dei due Mondi.
Cocktail Bellini
Nel 1948 nasce a Venezia, precisamente all'Harry's Bar, un cocktail ispirato da un dipinto del Giambellino, il Bellini cocktail.
Cocktail Abbey
L'Abbey è un cocktail equilibrato vecchio stile capace di trasportarti tra le note di gin, Lillet e arancia. Non fartelo raccontare!
Cocktail Moscow Mule
Il Moscow mule si prepara con una base di Vodka liscia fabbricata in Russia o Polonia. Bisogna selezionare una vodka pura e non aromatizzata.
Cocktail Irish Coffee
L’Irish Coffee, chiamato anche caffè irlandese, è il più famoso caffè corretto al mondo ed è uno dei più importanti cocktail.
Cocktail Algonquin
Leggero e fresco, il cocktail Algonquin è uno dei cocktail più consumati durante la cena, o al termine di una bella giornata estiva.