Cerca
Close this search box.

Cocktail Cranberry

cocktail cranberry

Caratteristiche del Vodka Cranberry

I mirtilli rossi o cranberries sono frutti particolarmente adatti alla preparazione di gustosi e freschi cocktail, soprattutto durante i mesi estivi. La dolcezza del mirtillo e la versatilità negli abbinamenti con questo frutto rende davvero molto ampia la varietà di drink realizzabili partendo da questo ingrediente.

I più noti Cosmo e Mirtillo Rosso Vodka rappresentano soltanto i primi nomi di una lunga lista in cui fantasia del barman e originalità delle combinazioni la fanno da padrone. Preparare un beverage al mirtillo rosso diventa perciò molto facile e divertente anche a casa. Pochi ingredienti che si adattano ai gusti degli ospiti permetteranno di servire al tavolo meravigliosi cocktail di frutta.

Classico e molto facile da preparare ma di sicuro impatto. Stiamo parlando del Vodka Cranberry.

Bevanda al mirtillo
limemirtilli rossi
vodka absolut
ghiacciobicchiere tumbler alto

Ingredienti e preparazione Vodka Cranberry

Per preparare la ricetta originale della Vodka Cranberry occorrono i seguenti ingredienti:


1/2 di vodka


5 parti di succo di mirtilli rosso


1 rondella di lime


ghiaccio q.b.

Preparare la Vodka Cranberry è davvero un’operazione semplice. Occorre prima riempire con i cubetti di ghiaccio un bicchiere highball, poi si procede con l’aggiunta prima della vodka, poi del succo di mirtillo rosso. Si dà infine un tocco decorativo con la rondella di lime. Il cocktail è pronto per essere servito.

Fantasiose alternative del Vodka Cranberry

La grandissima versatilità del mirtillo rosso fa sì che le possibilità di creazione di cocktail con questo protagonista sia davvero molto ampia. L’abbinamento di questo piccolo frutto scuro con quasi tutti gli altri frutti è davvero ottimale, così come il mix sapientemente dosato con molti liquori è spesso molto apprezzato. Ecco qualche esempio di cocktail realizzati con il cranberry.

Red Lotus Cocktail

Altra versione rivista molto dolce e rinfrescante è il Red Lotus cocktail. In questo drink insieme al mirtillo rosso trova spazio il frutto del litchi. Spesso questo terzo aggiuntivo ingrediente è inserito nella versione sciroppo o liquore, in altri casi invece proprio come succo direttamente ottenuto dai frutti. Le dosi consigliate sono una parte e mezza di Vodka, una parte e mezza di liquore al litchi, e una parte di succo di cranberry.

La fase di preparazione comincia munendosi di un classico shaker da barman. I tre ingredienti vanno versati nello shaker e agitati per qualche minuto con discreto vigore. Il composto va dunque versato attraverso un colino da bar in un bicchiere Highball o comunque abbastanza alto e dalla forma allungata pieno per metà di cubetti di ghiaccio.

Le guarnizioni consigliate annoverano i frutti del litchi sbucciati e infilzati su uno stuzzicadenti di legno. Alternarli con mirtilli rossi regala al bicchiere un effetto di colore di sicuro impatto sul fruitore finale. Alcuni locali propongono una versione leggermente modificata che prevede una spruzzata di soda o di spumante.

 

Long Beach Iced Tea Cocktail

Altra variante molto conosciuta e apprezzata in Italia e non solo. Rappresenta una delle varie tipologie di Long Island in cui però proprio il succo di mirtillo è il grande indiscusso protagonista. Nonostante l’elenco di ingredienti questa volta sia molto lungo, la ricetta di questo drink è di per sé piuttosto semplice e alla portata anche di barman improvvisati e casalinghi. Detto del succo di cranberry, responsabile principe del gusto dolce intenso che questo drink dovrà trasmettere al palato, vanno recuperati anche mezza parte di Gin, mezza parte di Rum chiaro, mezza parte di Tequila e mezza parte di Vodka.

Il succo di mirtillo deve essere in quantitativo maggiore (almeno due parti) e va abbinato anche ad un aroma aspro come il succo di limone o uno sciroppo agli agrumi confezionato o preparato home made (una parte). Nonostante la variegata presenza di spiriti questo drink servito freddo non è particolarmente pesante e si presta benissimo anche alla classica bevuta in famiglia o in compagnia nel tardo pomeriggio ad ora aperitivo.

La preparazione molto basica consiste nel mischiare con vigore tutti gli ingredienti in un bicchiere Highball o Collins con ghiaccio per circa metà dell’altezza. La corretta presentazione prevede una fetta di limone e alcuni mirtilli nel bicchiere. La ricca presenza di liquori fa sì che spesso i barman di molti locali utilizzino per questa versione del Long Island prodotti di medio livello.

La giusta miscelazione infatti e l’abbondanza di gusti fa sì che non sia necessario il miglior prodotto del bar, grande protagonista di altri drink. Rimane comunque essenziale per questa versione con i cranberries prestare molta attenzione al quantitativo dei vari liquori versati. Il rispetto rigoroso dei dosaggi è fondamentale per evitare che il drink sia troppo forte e bruci completamente gli altri gusti.

cocktail cranberry

Sea Breeze Cocktail

Questo drink è una versione leggermente rivista e modificata del più classici Vodka e mirtilli rossi. E’ infatti aggiunto ai due ingredienti principali il pompelmo, che porta all’intero cocktail un sapore diverso e rinfrescante. Questo piccolo cambiamento dalla ricetta di base rende il Sea Breeze particolarmente adatto a brunch estivi in locali marittimi. Molti barman in occasioni di serate speciali e di buffet organizzati scelgono proprio questo drink al cranberry da servire in brocca ghiacciate a tavolate di amici in vacanza.

I dosaggi consigliati indicano in una parte e mezzo di vodka, tre parti di succo di mirtillo e una parte di succo di pompelmo il corretto bilanciamento del Sea Breeze. Dopo avere correttamente shakerato e filtrato il composto è di impatto visivo servire questo drink in un bicchiere Highball con tanto ghiaccio e qualche guarnizione di frutta. Non devono mancare in particolare alcuni mirtilli rossi e una fettina di pompelmo.

Proprio perché gli ingredienti sono pochi e presenti in notevole quantità nel cocktail è fondamentale per il barman assicurarsi che siano di elevata qualità. Vale per la Vodka, certamente non adatta quella da discount poco aromatizzata, e vale per la frutta. Buona norma sarebbe raccogliere mirtilli freschi e spremere direttamente il pompelmo invece che ricorrere a succhi confezionati.

Curiosità sul cocktail Cranberry

Sapevi che con questo cocktail è possibile accontentare anche minorenni, dei guidatori e degli astemi? Con il Cranberry Crush è possibile provare una versione analcolica fruttata del cocktail originale. Una vera e propria esplosione di frutti freschi e ben mixati sostituisce il gusto pungente della Vodka. Per la preparazione di questo cocktail è necessario shakerare succo di mirtillo rosso, succo di arancia e acqua. Buon consiglio è quello di aggiungere un cucchiaino di zenzero o di altre spezie, oltre ad un bel pizzico di zucchero.

Divertiti con noi

iscriviti alla newsletter

Per i prossimi aperitivi

Cocktail Paloma
Il Paloma è uno dei cocktail più diffusi ed amati del Messico, patria della tequila e delle coltivazioni di pompelmi.
Cocktail Cuba Libre
Il Cuba Libre è uno dei cocktail più amati al mondo e regala grande armonia al palato grazie a una perfetta combinazione tra gli ingredienti.
Cocktail Angelo Azzurro
L'Angelo Azzurro è la versione italiana del Blue Lagoon Cocktail ed è stato il protagonista delle serate in discoteca degli anni '80 e '90.
Cocktail Moscow Mule
Il Moscow mule si prepara con una base di Vodka liscia fabbricata in Russia o Polonia. Bisogna selezionare una vodka pura e non aromatizzata.
Japanese Cocktail
Il Japanese cocktail si tratta di un drink originale e molto fresco apprezzato dal pubblico per il suo gusto intenso e molto particolare.
Cocktail Bloody Mary
Strano ma vero: negli Stati Uniti, il Bloody Mary viene considerato una valida cura per alleviare i postumi di una sbornia.