Cerca
Close this search box.

Capri Sun cocktail

cocktail capri sun

La storia e le origini del Capri Sun

Così come dice chiaramente il suo nome, il Capri Sun Cocktail trae le sue origini dall’isola di Capri. Non si conosce con certezza, però, come sia stato inventato e quando sia comparso per la prima volta sui banconi dei locali di questa zona. Si sa, comunque, che all’inizio non era una bevanda alcolica, ma un aperitivo a base di soda, succo di agrumi e erbe aromatiche e che veniva servito soprattutto nelle calde giornate estive perché la presenza della frutta e del dragoncello gli conferivano un’estrema freschezza.

Da lì a poco, un barman della zona decise di creare la ‘sua’ ricetta utilizzando come base la soda e aggiungendo una nota alcolica più o meno marcata e decisa attraverso l’uso della vodka. Il risultato finale è un cocktail delicato, leggero, frizzante, ma al tempo stesso pungente ed aromatico per la presenza delle spezie e soprattutto del dragoncello.

Oggi ne sono state create molte altre versioni più personalizzate aggiungendo anche frutta fresca e sciroppi fruttati e aromatizzati.

cocktail capri sun
ghiacciosoda schweppes
vodka absolut
limebicchiere tumbler alto

Gli ingredienti e la preparazione del Capri Sun Cocktail

Per preparare il Capri Sun Cocktail nella sua versione originale sono necessari:


40 ml di vodka aromatizzata al cedro


25 ml di sciroppo di citronella


3 rametti di dragoncello


qualche spicchio di lime


150 ml di soda


cubetti di ghiaccio

Per realizzare la versione tradizionale del Capri Sun Cocktail bisogna per prima cosa mettere in un bicchiere alto i rametti di dragoncello con gli spicchi del lime. In questo modo l’acidità del frutto estrarrà tutti i profumi e gli aromi dell’erba aromatica.

Nel frattempo, in uno shaker si aggiunge la soda, lo sciroppo di citronella e la vodka e si agita per qualche secondo. Si versa il composto nel bicchiere dopo aver aggiunto anche una generosa quantità di ghiaccio perché questo cocktail viene particolarmente esaltato dalle basse temperature.

Quali strumenti sono necessari per la preparazione del Capri Sun Cocktail

Per la preparazione del Capri Sun Cocktail è necessario avere a propria disposizione uno shaker per miscelare perfettamente tutti gli ingredienti, un lime squeezer e un bicchiere dalla forma alta.

Non sottovalutare la scelta della vodka

La vodka è l’ingrediente principe di questo cocktail per cui è importante sceglierne una di qualità eccelsa. Sia nella versione liscia sia in quella aromatizzata, infatti, deve essere morbida e vellutata e deve contenere solo aromi naturali e non chimici perché la renderebbero pungente e fastidiosa al palato.

Le varianti più originali del Capri Sun Cocktail

A partire da questa versione tradizionale del Capri Sun Cocktail, diversi barman hanno creato delle ricette più particolari e personali.

In una prima variante la vodka aromatizzata al cedro è stata sostituita con quella classica, dal sapore più intenso, meno zuccherino e forte. C’è, poi, chi aggiunge anche del succo di limone oltre al lime per aumentare il tono acido della bevanda e dare ancora più una sensazione di freschezza ad ogni sorso.

Le ricette più originali includono perfino dei pezzettini di frutta fresca che vengono aggiunti all’interno del bicchiere di servizio sia per dare un bellissimo tocco di colore, sia per conferire gusti e sapori nuovi. Ognuno, in questo caso, ha le sue preferenze per cui possono essere utilizzati frutti di bosco, fragole, fettine di arancia o di pompelmo e la carambola. Quest’ultimo è un frutto magari non molto conosciuto ai più, ma particolarmente impiegato sia in cucina sia dai barman per la sua strana e originale forma a stella che lo rende una guarnizione perfetta.

La vera differenza, però, nelle varie ricette che vengono presentate nei locali dell’isola di Capri, è data dalla gradazione alcolica del cocktail proprio perché, in origine, era una bevanda analcolica. A seconda dei gusti e delle richieste di ogni singolo cliente, infatti, la quantità di vodka utilizzata può cambiare davvero tantissimo.

Una ricetta originale e molto moderna: il Capri Sun Cocktail con succo di lytchi

Girando per i più importanti e famosi bar di Capri è possibile degustare una versione nuova e moderna di questo cocktail che viene preparata con i seguenti ingredienti:

– 60 ml di vodka liscia;

20 ml di liquore al lytchi;

– 30 ml di succo di limone;

– 30 ml di sciroppo di glucosio;

– acqua tonica;

– cubetti di ghiaccio;

– frutta fresca a pezzetti.

In uno shaker si aggiungono la vodka liscia, il liquore al lytchi, il succo di limone, lo sciroppo di glucosio e l’acqua tonica e si agita per qualche secondo. Si versa il composto in un bicchiere alto dove sono stati aggiunti dei cubetti di ghiaccio alternati a pezzetti di frutta mista.

cocktail capri sun

Qualche stuzzichino con cui accompagnare il Capri Sun Cocktail

Se si vuole accompagnare il Capri Sun Cocktail con qualche stuzzichino semplice e veloce si possono preparare delle ricette fredde, alcune delle quali non richiedono neppure la cottura. Questo aperitivo, infatti, è perfetto se presentato insieme a dei tramezzini, dell’insalata di riso, degli spiedini di mozzarella e pomodorini e un tagliere di salumi misti con delle fettine di pane abbrustolito. Ottimo è anche con le verdurine sott’aceto e l’insalata capricciosa perché la freschezza del cocktail e l’acidità di questi piatti si esaltano e compensano a vicenda.
Non si deve credere, però, che il Capri Sun Cocktail sia un aperitivo servito solo durante la stagione estiva perché anche in inverno è tra gli aperitivi più richiesti. In questi casi può essere accompagnato con delle torte salate alle verdure servite a temperatura ambiente o leggermente tiepide, a dei triangoli di pasta sfoglia con salumi e formaggi e a delle bruschette croccanti.

Come servire il Capri Sun Cocktail

Il Capri Sun Cocktail deve essere servito rigorosamente in un bicchiere alto di vetro trasparente che permetta di apprezzare la frutta (se aggiunta alla ricetta) e le erbe aromatiche.

In alcuni locali molto alla moda di Capri e delle zone circostanti il drink viene versato all’interno di piccoli sacchetti per alimenti che mantengono la forma e riescono a rimanere in piedi grazie alla presenza dei cubetti di ghiaccio. Una maniera di certo alternativa e del tutto originale per presentare questa bevanda giovane e all’avanguardia.

Il Capri Sun Cocktail si beve solo su quest’isola?

Il Capri Sun Cocktail è stato creato sull’isola di Capri, ma con il tempo si è diffuso un po’ in tutto il mondo anche se in molti casi non ha mantenuto la sua ricetta originale. Nei paesi iberici, ad esempio, il succo di limone, lo sciroppo di citronella e la vodka aromatizzata al cedro sono stati sostituiti con del succo di frutta!

 

Curiosità e attenzioni

Questo cocktail è diventato nell’ultimo periodo un vero e proprio must tra persone di qualsiasi età perché è una bevanda molto versatile, fresca e leggera. E’ un drink lungo e frizzante che si adatta perfettamente a qualsiasi occasione, per esempio in un aperitivo accompagnato a golosi stuzzichini o anche da solo. L’importante è che sia servito rigorosamente ghiacciato perché solo così gli agrumi e le spezie possono esaltare al massimo il loro sapore e i loro aromi.

Divertiti con noi

iscriviti alla newsletter

Per i prossimi aperitivi

Cocktail Boulevardier
Il Boulevardier è uno dei cocktail più importanti in tutto il mondo e rientra nella categoria degli 'Indimenticabili' dell'IBA.
Shirley Temple Cocktail
Shirley Temple è stata un'attrice così famosa da diventare un'icona del cinema internazionale e l'ispirazione per un cocktail analcolico.
Cocktail Gin Fizz
Nel 1750 gli ufficiali della Marina inglese inventarono il Gin Fizz per combattere la febbre e i malanni dopo le campagne nelle Colonie.
Cocktail Mai Tai
Il Mai Tai è uno dei drink più apprezzati e bevuti soprattutto durante i mesi estivi per il suo inconfondibile carattere tropicale.
Cocktail Piña Colada
La Piña Colada è uno dei cocktail più famosi al mondo dai sapori tropicali, a base di crema di cocco, rum bianco e succo di ananas.
Cocktail Bellini
Nel 1948 nasce a Venezia, precisamente all'Harry's Bar, un cocktail ispirato da un dipinto del Giambellino, il Bellini cocktail.